Rita Atria Roma

Rita Atria Roma

"LA VERITA' VIVE..."    

"Forse un mondo onesto non esisterà mai  ma chi ci impedisce di sognare?  Forse se ognuno di noi proverà a cambiare, forse ce la faremo" 

Rita Atria


14 novembre 2015
L'occasione della manifestazione tenutasi a Roma per il pm Nino Di Matteo, ha permesso a tanti amici, provenienti da diverse parti d'Italia, di incontrarsi e di condividere dei momenti di solidarietà e di amicizia sincera....


La nostra Associazione Culturale immaginARTE si è ritrovata con gli amici dell'Associazione Antimafie Rita Atria di più presidi, oltre il nazionale, come quello di Roma e di Bari.
Proprio in loro compagnia, ci siamo recati a fine giornata, in viale Amelia n. 23: l'ultimo appartamento nel quale ha abitato Rita e che ha visto la sua vita spezzarsi .....
Un'aiuola con una targa a lei dedicata ci ha fatto viaggiare tra un tumulto di sensazioni.... 
Con le mani tra la terra per sistemare con mezzi di fortuna una pianta di begonie rosse ....e soprattutto rose rosse che, per vari motivi, rappresentano Rita Atria....e motivo per il quale, durante lo spettacolo a lei dedicato in occasione della sua commemorazione, ho accostato anche Stefania Noce con le sue poesie dove la rosa rossa assume connotazioni importanti.....

...Una rosa rossa che, improvvisamente, è stata utilizzata nelle modalità più atroci,  tradendo tutti i suoi significati...
In tanti ci hanno chiesto come mai fossero sparite tutte le informazioni ed il materiale video e fotografico che qui, sul blog, testimoniavano lo spettacolo del 25 luglio tenutosi a Palermo presso il Giardino dei Giusti. .... Purtroppo un volontario della nostra associazione, una volta chiusi i rapporti con la stessa, ha pensato di sabotare il blog, non solo entrando senza alcuna autorizzazione, approfittando di avere tutti i dati per accedervi, ma oltre a togliere una serie di fotografie che lo ritraevano, ha pensato bene di farci lo "sgarbo" di cancellare tutto ciò che riguardava Rita Atria e anche Stefania Noce...senza fermarsi di fronte alle immagini che ritraevano i loro volti...i loro occhi...senza fermarsi rispetto alle loro drammatiche storie ...alle loro lotte per tutti noi.... non si è fermato neanche dinanzi al pensiero che era presente la mamma di Stefania Noce nonché tutti quei testimoni che con tante difficoltà hanno partecipato allo spettacolo, come il magistrato Franca Imbergamo ...E nemmeno la conoscenza di vecchia data tra di noi o un minimo di rispetto dei rapporti intercorsi lo hanno fermato...o l'amicizia con mia sorella che era tra le persone in scena .....Nulla ha fermato quel gesto nefasto e vergognoso.... 

 Ecco perché non avete più trovato quel materiale che testimoniava, esattamente come per il 14 novembre a Roma, lì in via Amelia, di una Rosa Rossa....
Nessuno dovrebbe approfittarsi di una rosa pensando di usare le sue spine contro una persona con la quale ha condiviso tantissimo e tradire e mortificare anni di conoscenza pensando di arrecare lacerazioni con quelle stesse spine ....dolore...sangue.... 
No. Non è giusto.

 

Le spine di una rosa servono solo a tutelarne i delicati petali....
i petali di una rosa hanno consistenza morbida, vellutata....
i petali di una rosa rappresentano la bellezza dell'anima ....
i petali di una rosa, se li sfiori, sono gentili come una dolce carezza sul viso......


Una rosa non è altro che una delle rappresentazioni più poetiche della Natura....e chiunque sia in grado di pensare ad una rosa come pretesto per mere invenzioni e per un uso violento ed aggressivo, dimostra la propria malvagità e pochezza d'animo....
Chiunque sia capace di accostare una rosa al sangue...dimostra tutta la sua vigliaccheria ....
Chiunque sia capace di sabotare un blog minacciando di chiuderlo e di eliminarne tutto il materiale contenuto, dimostra di Rinnegare anche l'attività di volontariato prestata....

Chiunque sia in grado di sabotare un blog e poi negarlo e negare di avere eliminato le proprie foto e quelle altrui, negare di avere anche, successivamente, richiesto di sparire da quel blog e poi negarlo senza mai vergognarsi delle proprie azioni, senza mai un pentimento nemmeno di fronte alle ammissioni di colpa scritte nei dialoghi intercorsi... né riconoscenza rispetto a provvedimenti evitati nel nome, comunque, di una conoscenza e di storie condivise ....dimostra tutta la propria scorrettezza e viltà rispetto alle azioni compiute....
 
...Rita... quella Rosa è e sarà Sempre simbolo di sola Bellezza e Delicatezza...
 
Si, è vero, resta l'amarezza di cotanta viltà e violenza, la costernazione rispetto a tutte le brutali azioni e diffamazioni compiute, ma rimane anche quel Bene Prezioso trovato lungo un cammino che mi ha avvicinata a te, dolce Rita e a quelle splendide persone con le quali ho condiviso la Poesia di un gesto, il respiro profondo guardando su, verso la tua finestra..., una stretta di mano, la solitudine espressa dagli occhi di quanti hanno vissuto la vita tra atroci esperienze e voglia di ricominciare per ridare vita a quegli stessi occhi, il cui dolore ha trovato un attimo infinito di calore da quei sorrisi e da quegli abbracci che racchiudono in se la purezza della sincerità del Sentire ...da una risata e da spazi di silenzi densi di infinite sfumature e infinite storie...le storie di ognuno di noi... a sigillare quell'affetto e quella vicinanza umana incondizionata che va oltre ...che non conosce né ossessioni né possesso ma solo la libertà di volare....
 

E abbiamo volato dinanzi a quell'aiuola ....le mani sulla terra...un brindisi nella semplicità della fiamma di una candela: una stella  come testimone di Verità, di Calore, di Commozione, di Fratellanza,....di Essenza.... mentre, il sapore di quella birra, che diveniva la più buona che il palato avesse mai assaporato...si confondeva con quella città, Roma, che tra le tante nefandezze subite e che ha visto, assumeva una luce diversa:.... 
e mentre un umile pittore, ricco solo della sua Arte, mi sussurrava i suoi pensieri.... dipingeva quei musei all'aperto, la cui storia antica è un dono per tutti...un dono che respira lo stesso cielo, si bea del suo azzurro intenso, un dono destinato a tutti senza alcuna distinzione sociale né di razza né di genere ....Nessuna distinzione per i passanti che sorridono non del tutto consci di quel dono artistico vecchio di tanti secoli e più saggio e generoso di quei musei che racchiudono le opere degli artisti che non sono più... proprio come fossero cimiteri a pagamento....
Ma rimangono gli occhi di quel pittore che si perdono tra i resti di Roma...e quel cielo azzurro ... che si incontrano con altri occhi che rimangono a fissare la targa su quell'aiuola di viale Amelia...
 
Ecco cosa una Rosa Rossa può donare:...
gli occhi di Rita che raccontano il Desiderio di Vita ... 
la Solidarietà....
il Rispetto...
la Delicata anima di chi si prende per mano ....
un Viaggio destinato a continuare.....

Stefania Mulè

 

"LA VERITA' VIVE..."
 
 
"Forse un mondo onesto non esisterà mai ma chi ci impedisce di sognare? 
Forse se ognuno di noi proverà a cambiare, forse ce la faremo" 
Rita Atria

 

 


;